Studio su dati Israele, "con 3 dosi giù contagi e casi gravi"

·1 minuto per la lettura
Woman receiving Covid-19 vaccine at a vaccination center
Woman receiving Covid-19 vaccine at a vaccination center

Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, basato sui dati del ministero della salute israeliano, rivela che i casi di contagio e di malattia grave calano "sostanzialmente" con la terza dose Pfizer.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: contagi, vaccini, Green pass. Le news in tempo reale

Il tasso di infezione, rileva, almeno 12 giorni dopo il 'booster', è inferiore di "11,3 volte" rispetto alle due dosi mentre "il tasso di malattia grave è inferiore di 19,5" volte.

GUARDA ANCHE: Covid e Vaccini, alcuni sviluppano un'immunità "sovrumana"

Lo studio è stato condotto dal 30 luglio al 31 agosto su 1,13 milioni di over60 che avevano completato l'immunizzazione 5 mesi prima, divisi in due gruppi: quelli cui è stato somministrata la terza dose e quelli che ne hanno ricevute due.

GUARDA ANCHE: Covid e Cure domiciliari, 10 cose che sappiamo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli