Studio Usa: "La variante Delta si diffonde come la varicella"

·1 minuto per la lettura
REUTERS/Flavio Lo Scalzo
REUTERS/Flavio Lo Scalzo

La variante Delta del Covid causa una infezione più grave delle varianti scoperte in precedenza e si diffonde facilmente come la varicella. Lo si legge in un documento dell'agenzia americana Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), la massima autorità sanitaria federale statunitense.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Covid, perché i bambini si ammalano meno?

LEGGI ANCHE: Come agisce la variante Delta su chi si è già vaccinato secondo Crisanti

Il documento è stato riportato dal quotidiano americano Washington Post, che afferma che adesso le autorità dovranno riconoscere che "la guerra è cambiata". Nel documento vengono citati dati recenti secondo i quali le persone vaccinate contro il Covid-19 e infettate dalla variante Delta potrebbero trasmettere il virus con la stessa facilità di quelle non vaccinate.

LEGGI ANCHE: Covid Italia, 6.171 contagi e 19 morti: bollettino

Per questo motivo, i Cdc hanno deciso che vanno riviste le norme di comportamento per le persone vaccinate. Infatti, nei giorni scorsi negli Stati Uniti è stato reintrodotto l'obbligo dell'uso della mascherina nei luoghi chiusi.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Una pastiglia contro il Covid, come procede la ricerca?

LEGGI ANCHE: Boom di contagi Covid, Hollywood verso un nuovo stop

"Credo che le persone debbano comprendere che non stiamo gridando al lupo al lupo. E' una questione seria", ha detto il direttore del Cdc, Rochelle Walensky,"la variante Delta è uno dei virus più trasmissibili che conosciamo. Morbillo, varicella e questo".

LEGGI ANCHE: Vaccino Moderna a giovani 12-17 anni, via libera Ministero

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Green pass, quando e dove sarà obbligatorio? Dai ristoranti alle palestre tutto quello che c’è da sapere sul pass verde

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli