Stuprò una ragazza a piazza Gae Aulenti a Milano, patteggia meno 2 anni

·1 minuto per la lettura

AGI - Ha patteggiato meno di due anni (23 mesi per ottenere la pena sospesa) il giovane che lo scorso 24 agosto aveva stuprato una ragazza in piazza Gae Aulenti, pieno centro del quartiere avveniristico di Porta Nuova a Milano.

La pena è stata concordata tra la Procura, che aveva condotto le indagini (l'aggiunta Maria Letizia Mannella e la pm Michela Benedetta Bordieri) e la difesa del 24enne. In base alla ricostruzione degli investigatori della squadra Mobile di Milano, quella sera, attorno a mezzanotte, l'uomo aveva trascinato la vittima (una 24enne) in un prato e l'aveva costretta a subire un rapporto completo.

A confermare la sua identità erano stati anche gli esami del Dna condotti dalla Polizia Scientifica e le immagini delle telecamere della zona. Il ragazzo aveva avvicinato la giovane insieme ad altri due suoi amici, che si erano allontanati prima che avvenisse la violenza e sono risultati estranei ai fatti. La vittima aveva fermato una volante della polizia la mattina dopo.