Stupro di gruppo: chiesto il rinvio a giudizio per Ciro Grillo e i suoi amici

·1 minuto per la lettura
Instagram
Instagram

La procura di Tempio Pausania ha chiesto il rinvio a giudizio per Ciro Grillo e i suoi tre amici nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta violenza sessuale di gruppo nei confronti della studentessa 19enne che li ha poi denunciati. L'indagine, dunque, è chiusa e i quattro ragazzi dovranno comparire davanti al giudice per l'udienza preliminare il prossimo 25 giugno.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Violenza sessuale, interrogato il figlio di Beppe Grillo

LEGGI ANCHE: Caso Grillo, due indagati per stupro rinunciano a interrogatorio

Secondo l'accusa fatta dalla giovane, Ciro Grillo e i suoi amici avrebbero tutti abusato di lei mentre una sua amica, che era andata insieme a lei a casa del figlio di Beppe Grillo, dormiva sul divano.

LEGGI ANCHE: La vittima del presunto stupro in Sardegna: "Volevo urlare ma non riuscivo"

Il fatto è avvenuto nel luglio del 2019 a Porto Cervo. Le due amiche avevano conosciuto i quattro giovani in un locale e poi li avevano seguiti a casa loro per una spaghettata. Ma poi la situazione sarebbe degenerata. Grillo e i suoi amici si sono sempre dichiarati innocenti e sostengono che "la ragazza era consenziente". 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Beppe Grillo difende il figlio: "Non è uno stupratore"

LEGGI ANCHE: La versione di Ciro Grillo: "Doveva essere un gioco, ma siamo andati oltre"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli