Stupro Piacenza, il 27enne "spaventato e provato in carcere"

(Adnkronos) - "L'ho trovato molto spaventato e provato, sicuramente il regime carcerario non è semplice soprattutto per i soggetti accusati di certi reati". Lo afferma all'Adnkronos Nadia Fiorani, difensore di Sekou Souware, il giovane originario della Guinea arrestato a Piacenza con l'accusa di violenza sessuale su una donna ucraina. Uno stupro che, con la divulgazione del video, ha innescato una lunga polemica anche politica.

"Ho parlato con il mio assistito, gli ho riferito la versione dei fatti resa dalla vittima e dai testimoni quindi abbiamo ripercorso gli avvenimenti di quella mattina, ho invitato il mio assistito a riflettere e gli ho detto che ci rivedremo tra qualche giorno. Sto valutando l'opportunità di andare in carcere con un interprete di lingua francese per essere certa che lui, oltre le accuse che ha compreso, ne capisca anche la gravità e quanti anni rischia di carcere" spiega il legale.

Il clamore mediatico sul caso ha acceso anche l'odio social, ma ora che l'attenzione si è spostata su altro restano solo pochi insulti nei vecchi articoli della stampa online e c'è anche chi ha fatto marcia indietro. "Via Messanger mi hanno contattato delle persone che mi avevano minacciato e offeso e mi hanno chiesto scusa" svela l'avvocato Nadia Fiorani che è pronta ad andare avanti con il suo incarico.