Su sito università Bicocca evento su Shoah con ministro Manfredi

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 gen. (askanews) - Mercoledì 27 gennaio 2021, in occasione della Giornata della memoria, una pagina del sito dell'Università di Milano-Bicocca diventerà la piazza virtuale in cui artisti, studenti, docenti e cittadini daranno voce e volto ai testimoni dell'orrore della Shoah attraverso video, fumetti, disegni e canzoni. Sono previste performance, tra le altre, degli attori Beatrice Aiello, Alessandro Anglani, Eleonora Belcamino, Mia Benedetta, Filippo Gattuso, Gennaro Lucci, Rodolfo Medina, Carlotta Natoli, Simonetta Solder Chiara Tomarelli. Attraverso delle pillole video, ognuno dei dieci artisti interpreterà una storia dando voce e volto ai testimoni dell'orrore della Shoah.

Ad aprire l'incontro sarà la rettrice dell'Università di Milano-Bicocca, Giovanna Iannantuoni, seguiranno gli interventi del ministro dell'Università e della ricerca, Gaetano Manfredi e della delegata della rettrice alla Comunicazione, Maria Grazia Riva. Il confronto sul significato della ricorrenza celebrata il 27 gennaio di ogni anno entrerà nel vivo con gli interventi di Miriam Camerini, regista teatrale e studiosa di ebraismo e Davide Romano, editorialista de La Repubblica. Monica Guerra, docente di pedagogia generale e sociale dell'Ateneo presenterà l'azione partecipata che ha visto l'adesione di numerosi cittadini e scuole di ogni ordine e grado e che prosegue l'azione avviata lo scorso anno con il duo artistico Ravani&Urrazza.

A discutere sul valore etico della memoria, inteso come strumento insopprimibile dell'essere uman, saranno anche attrici ed attori che 'con la memoria' - elemento centrale dei loro gesti performativi - e 'sulla memoria' - intesa come serbatoio della storia e della cultura - lavorano ogni giorno: Fabrizia Sacchi, Cristiana Capotondi, Marco Bonini, Edoardo Leo di Unita (Unione Nazionale Interpreti di Teatro e Audiovisivo), associazione che tutela i diritti e la dignità professionale di attrici e attori come categorie professionali e promuove iniziative di informazione e formazione per lo sviluppo del settore dello spettacolo.