Subito lancia sezione Motori dedicata a automotive

Lzp

Milano, 3 ott. (askanews) - Subito, la piattaforma per vendere e comprare in Italia, cambia e si rinnova per rispondere alle mutate esigenze dei propri utenti e a un mercato in continua evoluzione. Nascono così 4 macro-categorie, ognuna con una propria identità distintiva e una modalità di navigazione basata sulle esigenze specifiche di quella categoria. Motori, Market, Immobili e Lavoro: ogni cosa viene sistemata al suo posto, dando origine a un grande marketplace multi-verticale, specializzato sulle singole tematiche, ma che non perde comunque la sua anima generalista.

Subito MOTORI è il verticale che presenta il rinnovamento più profondo. "La categoria Motori è un asset fondamentale per Subito e, da sola, rappresenta il 32% del contenuto e il 44% del traffico della piattaforma", commenta Andrea Volontè, Head of Automotive di Subito".

Il nuovo Subito MOTORI capitalizza il meglio del passato, mantenendo la sua caratteristica distintiva, ovvero la buca di ricerca. Nel 2018 è stata utilizzata oltre 450 milioni di volte per cercare le parole più diversificate, che rispecchiano esigenze molto diverse e a volte uniche, e che non possono essere circoscritte da un filtro. L'evoluzione è comunque evidente sin dalla homepage. In primis il colore blu, professionale e distintivo, che a partire dall'homepage caratterizza anche ricerca, listing e annuncio. I cambiamenti più rilevanti si notano però a livello delle funzionalità, con 20 filtri per dettagliare al massimo la ricerca del veicolo. L'annuncio si arricchisce della storia del veicolo, per avere informazioni dettagliate e utili sulla vita di una specifica auto, e della scheda tecnica, che grazie alla partnership con Quattroruote Professional rende immediatamente visibili i dati Infocar, banca dati di riferimento per i professionisti che contiene informazioni utilissime per chiunque cerchi un'auto. Dall'allestimento alla classe di emissioni, dai cavalli alla lunghezza, prima di acquistare un'auto l'utente potrà sapere in anticipo quanto costerà la sua manutenzione e verificare eventuali restrizioni alla sua circolazione.