Sud, Provenzano (Pd): da Confindustria dati doppiamente drammatici

Pol/Bac

Roma, 17 lug. (askanews) - "I dati di Confindustria sulla situazione del nostro Mezzogiorno sono doppiamente drammatici. Perché su imprese, export e lavoro sono particolarmente negativi, ma soprattutto perché dimostrano che il Mezzogiorno sta ricadendo in una dinamica recessiva già annunciata, insostenibile sul piano economico e sociale. La ripresa degli scorsi anni, però, si è arrestata anche per la totale assenza di una politica economica del Governo giallo-verde che guardasse al Sud". Lo afferma in una nota Giuseppe Provenzano, responsabile Lavoro del Pd.

"L'unica cosa a cui abbiamo assistito - aggiunge - è stato un taglio agli investimenti e il depotenziamento di industria 4.0, la scarsa attenzione per i tavoli di crisi al Sud e la costruzione di un meccanismo burocratico inefficace intorno al reddito di cittadinanza, che nella persistente assenza di politiche per l'inclusione attiva e per il lavoro si trasforma in reddito di sudditanza. Le ZES per i porti meridionali attendono ancora la loro attuazione, la clausola di riequilibrio sugli investimenti pubblici, introdotta dal governo Gentiloni, appare poco più che una dichiarazione di intenti".

(Segue)