Sud, Sisto (FI): governo ascolti allarmi

Pol/Vlm

Roma, 17 lug. (askanews) - "Per il Sud, calo del Pil di molto superiore rispetto al Nord Est, spopolamento costante, occupazione sotto il 50%: questi i numeri del rapporto Confcommercio sulle economie territoriali. Al quadro, si aggiungono le cifre di Confindustria, secondo cui un giovane su due nel Meridione non lavora. E' una fotografia che conferma il ritardo disarmante del Mezzogiorno: esistono due Italie". Lo dichiara il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto.

"Gli anni della grande crisi hanno scavato ancor più il solco territoriale nel nostro Paese, e a ben poco sono valse le pseudopolitiche messe in campo dagli ultimi governi. Da un lato il centrosinistra dei 'patti senza fatti' e, da ultimo, l'ircocervo giallo-verde che ha pensato bene di applicare la teoria grillina dell'assistenzialismo diffuso, attraverso un reddito di cittadinanza che offende la cultura del lavoro. Il sentiero per risollevare il Mezzogiorno è liberale, dove lo Stato mette in condizione le imprese di competere. Dunque infrastrutture, specializzazione scolastica, accesso al credito. E un riequilibrio della spesa che non crei rendite di posizione ma opportunità di sviluppo", conclude.