Sud Sudan: uccisi tre umanitari in scontri a fuoco

Ihr

Roma, 30 ott. (askanews) - Tre operatori umanitari dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) sono stati uccisi in scontri nel Sudan del Sud, dove stavano lavorando a dei checkpoint sanitari per la lotta contro il virus dell'Ebola. Lo ha riferito l'agenzia dell'Onu.

"I volontari dell'Oim, una donna e due uomini, sono rimasti vittime di tiri incrociati dopo lo scoppio di combattimenti" domenica nella contea di Morobo, nella regione dell'Equatore centrale, al confine con la Repubblica democratica del Congo (Rdc), ha dichiarato l'Oim senza precisare la nazionalità delle vittime. Altri due impiegati maschi dell'Oim sono rimasti feriti, mentre una donna e il figlio di quella che è stata uccisa sono stati rapiti, ha aggiunto l'organizzazione, citata dall'Afp.(Segue)