Sud Sudan: uccisi tre umanitari in scontri a fuoco -3-

Ihr

Roma, 30 ott. (askanews) - Almeno 115 operatori umanitari, per lo più sud sudanesi, sono stati uccisi nel Paese da quando è scoppiata la in guerra civile nel dicembre 2013, due anni dopo la sua indipendenza dal Sudan.

Il conflitto, segnato da atrocità e dall'uso dello stupro come arma di guerra, ha causato la morte di oltre 380.000 persone e oltre quattro milioni di sud-sudanesi, quasi un terzo della popolazione, è stato costetto ad abbandonare le proprie case.