Sudafrica: alto magistrato contestato per frasi pro-Israele

Ihr

Roma, 26 giu. (askanews) - Mogoeng Mogoeng, presidente della Corte costituzionale sudafricana, stato fortemente contestato, per aver espresso affermazioni ritenute troppo favorevoli a Israele, in un Paese molto vicino alla causa palestinese. La controversia nata dalla diffusione sui social di commenti fatti dal magistrato durante un recente incontro online organizzato dal quotidiano israeliano Jerusalem Post, dove ha parlato al fianco del rabbino capo del Sudafrica, Warren Goldstein.

"Non posso fare diversamente, come cristiano, che amare e pregare per Israele perch so che il mio odio o quello della mia nazione per Israele potrebbero solo attirare gravi calamit sulla mia nazione", ha dichiarato, citato dall'Afp. Mogoeng Mogoeng ha anche espresso riserve sul sostegno viscerale del suo Paese ai palestinesi dalla fine ufficiale del regime di apartheid sudafricano nel 1994.