Sudafrica, mandato di arresto per l'ex presidente Jacob Zuma

Bea

Roma, 4 feb. (askanews) - Un tribunale sudafricano ha emesso un mandato d'arresto per l'ex presidente Jacob Zuma che non si è presentato all'udienza preliminare del process o per corruzione a suo carico in relazione a un contratto militare degli anni Novanta. Ma la corte ha rinviato al 6 maggio, data della prossima udienza, l'esecuzione del mandato. I legali di Zuma hanno giustificato la sua assenza all'udienza con una malattia per la quale sta ricevendo cure all'estero, nell'ultima puntata di una saga giudiziaria che va avanti da quindici anni.

L'Alta Corte della città di Pietermaritzburg ha emesso il mandato contestando l'autenticità del certificato medico fornito dalla difesa, che sarebbe firmato da un medico militare. "La corte può accettare il fatto che il signor Zuma stia poco bene" ha detto la giudice Dhaya Pillay. "Ma questo tribunale ha bisgno di prove affidabili che il signor Zuma sia davvero malato. Non è chiaro se il il medico sia effettivamente abilitato all'esercizio della professione". Secondo l'accusa, rappresentata dal procuratore Billy Downer, non presentarsi in tribunale è un "reato penale" per il 77enne Zuma, presidente dal 2009 al 2018.