Sudafrica, protesta dei tassisti contro Uber

Di nuovo problemi per Uber, questa volta in Sudafrica. La società californiana che fornisce servizi di trasporto privato in tutto il mondo, ha scatenato la protesta dei tassisti di Johannesburg.

JHB – R21 South: Metered Taxi Driver Protest: between Olifantsfontein Road and the Airport – use alternative routes and allow +++ xtra time pic.twitter.com/0p46mc1tQA— Rob Byrne (@TrafficSA) March 10, 2017

In centinaia hanno bloccato le vie d’accesso principali che portano al Tambo International Airport. Uber, che in Sudafrica conta su 500.000 clienti e 4.000 autisti, è stata accusata di operare illegalmente.

#MeterTaxiProtest. Police at airport protect Uber driver from meter taxis protesters. They’re calling Uber operations illegal. eNCA pic.twitter.com/e5cp828nFI— Lorhren-Rose Joseph (lorhrenwithanh) March 10, 2017

Diversamente dal servizio privato, per i tassisti è obbligatorio l’acquisto di una licenza professionale dal costo elevato. Dal novembre 2015 la società americana risulta coinvolta in 173 azioni legali in tutto il mondo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità