Sudafrica, Ramaphosa: le violenze xenofobe "inaccettabili"

Ihr

Roma, 3 set. (askanews) - Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa "ha condannato" "nei termini più forti" le violenze xenofobe che sconvolgono il Paese da domenica sera, considerandole "totalmente inaccettabili".

"Condanno nei termini più forti le violenze che stanno diffondendosi in quattro province" del Paese, comprese le capitali economica, Johannesburg e politica, Pretoria, ha dichiarato il capo dello Stato in un video pubblicato sul suo account di Twitter. "Gli attacchi contro i commercianti stranieri sono totalmente inaccettabili, cosa che non può essere tollerata in Sudafrica".(Segue)