Sudan, Amnesty: autorità transizione rispettino speranze popolo -6-

Red/Mos

Roma, 18 dic. (askanews) - Tra il dicembre 2018 e l'11 aprile 2019, in Sudan almeno 77 dimostranti sono stati uccisi e centinaia sono rimasti feriti per l'intervento delle forze di sicurezza. Il 3 giugno, le forze di sicurezza paramilitari conosciute con il nome di Forze di Supporto Rapido (Rsf), hanno brutalmente disperso un imponente sit-in a Khartoum con pallottole vere e gas lacrimogeno, uccidendo piu' di 100 persone e ferendone almeno altre 700.

'Le nuove autorità sudanesi devono garantire che i membri delle forze di sicurezza che hanno commesso crimini orribili o fatto uso eccessivo di forza nei confronti dei manifestanti siano giudicati in processi giusti senza ricorrere alla pena di morte', ha dichiarato Seif Magango.(Segue)