Sudan, aperta un'inchiesta sui crimini commessi in Darfur -2-

Fco

Roma, 22 dic. (askanews) - Ha aggiunto che si tratta di "casi contro ex funzionari del regime" di al Bashir, perseguito dalla Corte penale internazionale per i crimini in Darfur. Al Bashir è destinatario di due mandati di arresto internazionali emessi nel 2009 e 2010 dalla Corte penale per "genocidio", "crimini contro l'umanità" e "crimini di guerra" commessi in relazione alle violenze nel Darfur.

Il nuovo governo ha promesso di pacificare le regioni in conflitto, compreso il Darfur, dove una sanguinosa guerra tra ribelli e forze filo-governative ha provocato 300mila morti e 2 milioni e mezzo di sfollati dal 2003, secondo le Nazioni Unite.