Sudcorea, continua vaccinazione influenza dopo 59 decessi sospetti

Mos
·1 minuto per la lettura

Roma, 26 ott. (askanews) - Le autorità sanitarie della Corea del Sud hanno annunciato che la campagna di vaccinazione contro l'infuenza continuerà, nonostante ci siano stati 59 decessi di persone a cui il vaccino era stato somministrato. Lo riferisce l'agenzia di stampa Yonhap. L'Agenzia coreana per il controllo e la prevenzione delle malattie (KDCA) ha infatti affermato che 46 delle vittime, per lo più anziane tra i 70 e gli 80 anni, sono decedute per motivi indipendenti dalla vaccinazione stessa. Sulle altre 13 si sta ancora indagando. Comunque nessuno dei 59 deceduti ha sofferto uno schock anafilattico conseguente alla somministraione per una reazione allergica. Secondo la Yonhap, ci sono un totale di 1.231 persone che hanno avuto effetti collaterali a domenica dopo aver ricevuto il vaccino.