Sudcorea, discorso d’addio di Moon: appello per dialogo con Nordcorea

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 mag. (askanews) - Moon Jae-in, il presidente sudcoreano che più di tutti ha investito sul disgelo con la Corea del Nord, nel suo discorso di addio di oggi ha lanciato un appello alla ripresa del dialogo inter-coreano, alla vigilia dell'avvicendamento con Yoon Suk-yeol, che nella campagna elettorale ha chiarito che seguirà la linea dura con Pyongyang.

"La pace è una condizione per la nostra sopravvivenza, della nostra prosperità", ha detto il presidente sudcoreano uscente. "Sinceramente spero - ha continuato - che gli sforzi per la denuclearizzazione e l'istituzionalizzazione della pace continuino con la ripresa del dialogo tra il Sud e il Nord".

Moon ha ricordato come, quando arrivò alla Casa blu da presidente nel 2017, Seoul era in piena crisi con la Corea del Nord che aveva condotto molti test missilistici e il sesto test nucleare. Ma, grazie al dialogo e alla diplomazia, egli riuscì a "trasformare una crisi di guerra in una fase di dialogo" che fece sperare per un futuro di pace e prosperità nella penisola coreana.

Non a caso Moon è stato il primo leader del Sud a incontrare un leader nordcorea, Kim Jong Un. Non solo: nel 2018 i summit intercoreani furono tre. E l'azione del presidente sudcoreano fu decisiva nell'organizzare i due unici vertici mai avvenuti tra un presidente Usa e un leader nordcoreano: Donald Trump e Kim.

Purtroppo, però, il secondo summit tra Kim e Triump non portò a un accordo e le relazioni si raffreddarono di nuovo. Quest'annno la Corea del Nord ha già effettuato 15 test missilistici, compreso il lancio di un missile intercontinentale balistico (ICBM), e ci sono concreti sospetti che stia preparando il suo settimo test nucleare.

Moon, elegantemente, ha espresso a Yoon l'augurio di "continuare la storia di successo della Repubblica di Corea, ereditando e sviluppando le conquiste ottenute dai precedenti governi".

Per quanto riguarda il futuro, Moon ha detto che tornerà "alla vita di un ordinario cittadino" e pregherà "per la felicità del popolo" coreano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli