Sudcorea-Giappone, Moon Jae-in scrive a Suga: collaboriamo

Mos
·1 minuto per la lettura

Roma, 16 set. (askanews) - Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha scritto una lettera di congratulazioni al nuovo primo ministro giapponese Yoshihide Suga, in cui chiede uno sforzo congiunto per un miglioramento delle relazionio trai due paesi, entrambi alleati degli Stati uniti ma divisi da una serie di rivendicazioni storiche risalenti al periodo in cui la Penisola coreana era colonia giapponese (1910-1945). Moon ha detto - secondo quanto ha riferito il portavoce della presidenza sudcoreana Kang Min-seok - di voler avere un dialogo con Tokyo e si attende una risposta positiva da parte di Suga. "Siamo pronti a sederci in qualsiasi momento con il governo del Giappone, che è il nostro amico più vicino geograficamente e culturalmennte, sia per condividere valori di base e interessi strategici, per il dialogo e la comunicazione", ha scritto il presidente di Seoul. Il tema su cui questo dialogo si dovrebbe concentrare, ha spiegato Kang, è "il problema relativo alla storia condivisa": la questione dei risarcimenti per il lavoro forzato di epoca coloniale le cosiddette "donne di conforto", le donne costrette a prostituirsi nei bordelli di guerra giapponesi fino alla conclusione della seconda guerra mondiale, che Tokyo considera risolta mentre Seoul ripropone periodicamente.