Sudcorea, ministro Giustizia si dimette dopo scandalo nepotismo

Fco

Roma, 14 ott. (askanews) - Il ministro della Giustizia sudcoreano Cho Kuk, un tempo considerato tra i potenziali successori del presidente Moon Jae-in, si è dimesso dopo essere stato criticato per settimane a causa di una vicenda di nepotismo che ha coinvolto i figli.

Questo scandalo ha recentemente portato a importanti manifestazioni nel Paese, con oppositori ma anche sostenitori di questo eminente avvocato a cui il capo dello stato aveva affidato la spinosa questione della riforma della procura. (Segue)