Suggerimenti per visioni meritevoli

·2 minuto per la lettura
prime
prime

Amazon Prime è una delle principali piattaforme streaming al mondo, diretta concorrente di Netflix.

Grazie al planetario successo ottenuto, è diventata un grande produttore e distributore di prodotti audiovisivi.

L’offerta di Amazon Prime diventa sempre più corposa, ogni settimana vengono proposti nuovi titoli che vanno ad arricchire il grande catalogo dei prodotti disponibili.

Tra la miriade di film presenti, divisi per genere e nazionalità, mi permetto di consigliarne tre.

Tre filmoni disponibili in streaming su Amazon Prime.

Boyhood

Boyhood, scritto e diretto da Richard Linklater (Tutti vogliono qualcosa), è stato presentato al Festival di Berlino 2014, dove ha vinto l’Orso d’argento per la migliore regia.

Il film ha avuto una genesi produttiva particolare:

per volere dello stesso Linklater, le riprese si sono svolte nell’arco di 12 anni, dal 2002 al 2014, per raccontare le vicissitudini di una famiglia “finta”, in modo estremamente realistico, vero.

Intuile sottolineare le implicazioni artistiche e filosofiche che una tale scelta presuppone, emana, suscita.

Cinema e tempo, la percezione dell’uno e dell’altro, ai nostri occhi, cambia, evolve, trova sintonia, poesia…

È come se fosse un tutt’uno, un unico grande caleidoscopio d’immagini e riflessioni sulla vita.

prime 2
prime 2

Niente da nascondere

Cast ben assortito, composto da attori di primissimo livello come Daniel Auteuil (Remi) e Juliette Binoche (Il mio profilo migliore), e diretto da chi sa tirare fuori sempre il meglio dai suoi attori.

Da più di trent’anni Michael Haneke (Amour) scrive e dirige film di assoluto impatto.

L’autore austriaco, vincitore per due volte della Palma d’oro, è famoso per il suo rigore, il suo spietato formalismo, il cinismo con cui racconta le zone più buie e inquietanti della borghesia.

Niente da nascondere, migliore regia al Festival di Cannes 2005, è un chiaro esempio della sua poetica, del suo cinema, della sua grandezza.

Si segue con il fiato sospeso, i personaggi si muovono per nascondere se stessi, in un gioco sottile di mascheramenti e verità indicibili.

Imperdibile, formidabile, scioccante persino nei sublimi e fondamentali titoli di coda.

prime 3
prime 3

Holy Motors

Sicuramente uno dei film più suggestivi dell’ultimo decennio.

Holy Motors, scritto e diretto dall’autore francese di culto Leox Carax (Gli amanti del Pont-Neuf) è un’opera speciale, una visione che non può lasciare indifferenti.

Viscerale, profonda, anarchica, perfetta manifestazione delle volontà artistiche e coraggiose del suo ideatore.

Un film sulla vita, sull’essere umano… Eh sì, sul cinema!

Prodotto nel 2012, ha avuto notevole successo in molti e importanti festival internazionali.