Sugo e marmellate: 10 milioni di italiani li prepara in casa

Le famiglie italiane si preparano all’inverno facendo incetta di pomodori (Getty)

Le famiglie italiane si preparano all’inverno facendo incetta di pomodori. Tra agosto e settembre si va dal contadino di fiducia e si torna a casa con uno o due quintali di pomodori. Le “conserve” fai di te resistono, è una tradizione a cui gli italiani non vogliono rinunciare: in 10 milioni se le preparano a casa.

L’indagine

Secondo Coldiretti sono circa 10 milioni gli italiani che si cimentano con le bottiglie fai da te. L’abitudine è una vera e propria tradizione, tanto che la stessa Coldiretti ha tenuto delle lezioni nei giorni scorsi su come valorizzare frutta e verdura italiana nei vasetti, al Circo Massimo di Roma.

Non solo pomodori

Sicuramente le conserve di pomodoro sono quelle più amate. Ma non solo. Largo a marmellate di frutta, sottoli e sottaceti, e via dicendo. L’importante è farsele in casa, con l’accortezza di scegliere frutta e verdura italiana. E ci mancherebbe, considerando che il nostro Paese, con oltre 2,6 milioni di tonnellate all’anno, è il principale produttore europeo di pomodori.

Sempre attuale

La produzione è sempre di gran moda. “La preparazione delle conserve sembrava destinata a perdersi ed è invece tornata di grande attualità di fronte ai ripetuti scandali alimentari e all’esigenza di garantire la qualità e la naturalità dell’alimentazione”, spiega la Coldiretti. “Il risultato è il ritorno di comportamenti virtuosi che si esprimono anche nei riti settembrini della preparazione delle conserve fai da te, con intere giornate trascorse per recuperare il prodotto, pulirlo, lavorarlo, cucinarlo e metterlo in vaso”.

La preparazione

E a proposito di preparazione, ci sono delle regole da seguire per evitare rischi alimentari. Le preparazioni a base di pomodoro, come riporta Il Fatto Alimentare, sono le più diffuse. Il ph del pomodoro varia da 3,9 a 4,6, e se i pomodori sono pochi acidi conviene aggiungere succo di limone, oppure acido citrico. Dopo aver lavato i pomodori, triturati con il passa verdure, si passa al riempimento dei contenitori. Se il riempimento è effettuato a freddo, la pastorizzazione si fa partendo da acqua a temperatura ambiente e deve durare almeno 40 minuti.

Leggi anche:

Punture di insetti, come difendersi per evitare rischi

Il carburante del futuro? Si ottiene dalla luce solare