Sui media cinesi il documento sulla prima paziente positiva: è una venditrice di gamberi crudi di Wuhan

(Photo: Getty Images via Getty Images)

La prima persona risultata positiva al nuovo coronavirus sarebbe una donna che vendeva gamberi crudi al mercato di Wuhan: lo scrive il Daily Mail che cita un documento trapelato sui media cinesi. 

Secondo il quotidiano “The Paper”, la persona in questione è la signora Wei, che vive a pochi metri di distanza dal mercato di Wuhan. L′11 dicembre dello scorso anno ha iniziato ad avvertire alcuni sintomi tipici del virus, ma li ha attribuiti all’influenza stagionale. 

La donna ha dichiarato di aver continuato a vendere gamberi crudi al mercato anche quando era malata. Ha girato diversi ospedali, poiché i medicinali non facevano effetto. 

“I dottori non capivano, mi davano delle pillole, ma niente funzionava. Stavo sempre peggio”, ha raccontato al quotidiano.. Il 16 dicembre ha raggiunto uno dei più grandi ospedali della città, il Wuhan Union Hospital, per un ulteriore controllo. Lì le dissero che quegli stessi sintomi erano stati manifestati da altri pazienti. 

La signora Wei è stata una dei primi 27 pazienti a cui è stato diagnosticato il covid-19. Tra questi, 24 avevano collegamenti diretti con il mercato di Wuhan. L’identità del “paziente zero” rimane tuttavia un mistero in Cina. La signora Wei sarebbe stata la prima a risultare positiva, ma non è chiaro chi sia stato il primo paziente noto a manifestare i sintomi, che, secondo alcuni documenti, potrebbero risalire a prima di dicembre. 

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.