Sui social si scatena la furia di chi crede che le politiche di accoglienza siano da censurare

La dem Debora Serracchiani
La dem Debora Serracchiani

Debora Serracchiani viene attaccata su Twitter per le posizioni sulle Ong e sui social si scatena la furia di chi crede che le politiche di accoglienza siano da censurare. La parlamentare del Partito Democratico è stata attaccata e criticata per quelle che un articolo di Libero definisce “le sue posizioni buoniste sulle navi Ong che ci scaricano centinaia di migranti nei nostri porti”.

La questione dei migranti che divide

Ma cosa sarebbe successo? Proprio Libero, ovviamente secondo l’ottica della sua linea editoriale, lo spiega: “A scatenare una vera e propria rivolta contro la Serracchiani sui social è stato un suo post di qualche ora fa con la foto della Ocean Viking”. Ecco il testo del post della Serracchiani: “234 persone della Ocean Viking andranno in Francia. La credibilità di un Paese si consuma così, passo dopo passo perdendo l’umanità. È questa la destra al governo. Si vanterà per aver respinto bambini fuggiti da fame, carestie e guerre“.

Debora Serracchiani attaccata su Twitter

A quel punto su Twitter è partita la controffensiva secondo la linea per cui le parole della dem sarebbero state “un assist incondizionato alle Ong che ormai da diverso tempo stanno riempiendo i nostri porti”. Un post su tutti: “Mi guardi On. Serracchiani, le sembra che la Francia non possa accogliere una sola nave? Le sembra che a bordo ci siano bambini (generalmente di 90 kg di muscoli)? Le sembra normale legittimare gli scafisti e le ong che lucrano sugli esseri umani?”.