Suicida ministro delle Finanze dell’Assia. Era assillato dall'impatto economico della pandemia

(Photo: Florian Gaertner via Getty Images)

Thomas Schaefer, ministro delle Finanze dell’Assia, land della Germania dove sono stati registrati migliaia di casi di coronavirus, è stato trovato morto oggi sui binari della linea ferroviaria ad Alta velocità nei pressi di Wiesbaden, probabilmente suicida. E’ quanto emerge dalle indagini iniziali della polizia tedesca, di cui riferisce la stampa, che ipotizza un legame con lo stress per la gestione dell’emergenza.

Il corpo dell’uomo, poi identificato nel 54enne Schafer, esponente della Cdu, è stato trovato lungo i binari a Hochheim, tra Francoforte e Magonza, ha riferito la polizia, secondo cui ad avvertire i soccorsi è stato un testimone. Il ministro non è stato immediatamente identificato a causa delle numerose ferite riportate.

Secondo quanto scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung, il politico, ministro delle Finanze dell’Assia da dieci anni, avrebbe lasciato un biglietto alla moglie, nel quale spiegherebbe le ragioni del suo gesto. I media locali ricordano che Schafer, che aveva “enormi preoccupazioni” per l’epidemia di Covid-19, appariva regolarmente per informare la popolazione del suo land sugli aiuti finanziari per l’emergenza.

In una nota, il premier dell’Assia, Volker Bouffier - di cui era considerato il possibile successore nel caso in cui non si fosse ripresentato alle elezioni del 2023 - ha detto di aver appreso la notizia “con tristezza e incredulità”, rivelando che Schaffer era sotto enorme stretto a causa della risposta alla pandemia. “La sua preoccupazione principale era se fosse in grado di rispondere alle enormi aspettative della popolazione, specialmente in termini di aiuti finanziari - ha rivelato Bouffier - Per lui, evidentemente non c’era via d’uscita. Era deluso e per questo ci ha lasciati, tutto questo ci sconvolge, mi sconvolge”.

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.