Suicida a Piacenza agente Polizia penitenziaria

Red/Nes

Roma, 11 ott. (askanews) - Un assistente capo coordinatore del Corpo di Polizia Penitenziaria, di 53 anni, originario della Calabria e da molti anni in servizio nel carcere di Piacenza, si è tolto la vita in mattinata, impiccandosi nei pressi della cantina di casa. A darne notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe.

"Sembra davvero non avere fine il mal di vivere che caratterizza gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, uno dei quattro Corpi di Polizia dello Stato italiano", dichiara Donato Capece, segretario generale del Sappe. "Siamo sconvolti. L'uomo era da tempo assente dal servizio per malattia ma era benvoluto da tutti. Ha atteso che la moglie uscisse di casa ed ha posto in essere il tragico gesto".