Suicidio ad Ancona con un colpo di pistola: presto sarebbe diventato padre

suicidio ancona

Tragedia a Loreto, in provincia di Ancona, per il suicidio di un 34enne che stava per diventare padre. L’uomo è stato trovato morto con la pistola in mano nelle campagne che circondano la strada di Monte Galluzzo. Nell’auto è stato rinvenuto un biglietto di addio in cui chiede scusa ai familiari.

Suicidio ad Ancona

Mancavano solo pochi giorni e avrebbe visto il figlio venire al mondo. Il corpo del 34enne – la cui identità non è stata al momento resa nota – è stato trovato sotto una quercia, su un sentiero di campagna. È uscito di casa con una scusa, raccontando alla moglie che sarebbe andato al porto, dove lavorava come rimorchiatore, per il turno di notte. Ha guidato fino a Montesicuro, frazione di Ancona, dove è sceso dall’auto e si è tolto la vita.

A lanciare l’allarme è stata la compagna dell’uomo, preoccupata per la prolungata assenza del marito, ben oltre il turno di lavoro. Sempre la donna si è accorta che la pistola non si trovava più in casa e ha allertato le forze dell’ordine.

Sul luogo del suicidio sono intervenuti i Carabinieri del Norm di Ancona. Tra le mani dell’uomo è stata rinvenuta una pistola detenuta regolarmente e acquistata qualche anno prima. In auto, un biglietto in cui chiede scusa alla compagna e ai genitori.

Ricoverata la compagna

La compagna, a pochi giorni dal termine della gravidanza, ha avuto un malore quando le forze dell’ordine le hanno comunicato la terribile notizia. I soccorritori l’hanno accompagnata in ospedale a bordo di un’ambulanza per accertamenti. Anche la madre del 34enne ha avuto bisogno delle cure della croce Gialla di Agugliano.