Suicidio assistito, Gasparri: Senato sede confronto parlamentare

Pol/Vlm

Roma, 27 set. (askanews) - "Premesso che la Corte Costituzionale è andata fuori dai suoi ambiti di conseguenza, ha assunto decisioni che spettano al Parlamento, ha preso decisioni confuse, facendo emergere una chiara responsabilità individuale dei membri della Corte per quanto potrà accadere già ora, deve essere il Senato ad affrontare in sede legislativa il tema del fine vita. La Camera ha discusso per mesi e mesi senza concludere nulla, favorendo, di fatto, l'interferenza illegittima della Corte Costituzionale. Al Senato giacciono da tempo proposte di legge e iniziative su questa materia e deve essere quindi Palazzo Madama la sede di confronto immediato, per impedire che dilaghi l'eutanasia e che le improvvide decisioni della Corte Costituzionale, che ricadrebbero individualmente e penalmente sui suoi singoli membri, favoriscano episodi inquietanti di cui già si avvertono i primi sintomi". Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI).