Suicidio assistito, Pollastrini: sentenza di rispetto e libertà

Pol-Afe

Roma, 25 set. (askanews) - "Io la interpreto come una sentenza umana. Di responsabilità verso le sofferenze delle persone che rimuoviamo troppo facilmente. Di responsabilità nei confronti di un principio di libertà. Su questi e temi è evidente che agiscono convinzioni diverse. E il confronto fra differenze può arricchire tutti. Questa deliberazione della Consulta, ispirata a un'idea di rispetto e libertà della persona, è un monito anche per il legislatore". Così la deputata del Partito democratico, Barbara Pollastrini, commenta la sentenza della Consulta.