Suicidio assistito, primo storico sì in Italia: la sentenza

·1 minuto per la lettura
Suicidio assistito, primo storico sì in Italia: la sentenza (Getty
Suicidio assistito, primo storico sì in Italia: la sentenza (Getty

Primo storico via libera in Italia al suicidio assistito. Il comitato etico dell'Asl delle Marche (Asur) ha attestato che un 43enne tetraplegico immobilizzato a letto da dieci anni possiede i requisiti per l'accesso legale al suicidio assistito. Il via libera è arrivato dopo due diffide legali all'Asur e l'aiuto offerto dall' associazione Luca Coscioni. Si tratta del primo malato in Italia a ottenere il via libera al suicidio medicalmente assistito, dopo la sentenza 'Cappato-Dj Fabo' emessa dalla Corte Costituzionale. 

"Mi sento più leggero, mi sono svuotato di tutta la tensione accumulata in questi anni". Questo, rende noto l'Ass. Coscioni, il commento del primo malato ad aver ottenuto il via libera al suicidio assistito in Italia - dopo aver letto il parere del Comitato etico. "Sono stanco e voglio essere libero di scegliere il mio fine di vita. Nessuno - dice in un video - può dirmi che non sto troppo male per continuare a vivere in queste condizioni", e "condannarmi a una vita di torture. Si mettano da parte ideologie, ipocrisia, indifferenza, ognuno si prenda le proprie responsabilità perché si sta giocando sul dolore dei malati". 

GUARDA ANCHE - Pensieri suicidi, a chi chiedere aiuto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli