Suicidio assistito, Renzi: non sia terreno di scontro ideologico

Afe

Roma, 1 ott. (askanews) - Sul suicidio assistito "c'è spazio per agire in modo serio, pacato, condiviso. E mi piacerebbe che ci fossero numeri ben più ampi della maggioranza parlamentare: questa legge votiamola tutti insieme. Non facciamo persino del fine vita un terreno di scontro ideologico". Lo scrive Matteo Renzi, leader di Italia Viva, nella sua e-news.

"C'è - afferma - un dibattito molto difficile ma anche molto bello sui temi della morte. Parlare di morte non va di moda, sembra politicamente scorretto ma la morte fa parte della vita. Mi piacerebbe tanto che su questi temi ci spogliassimo del furore ideologico. Ciascuno di noi conosce storie tutte uguali e tutte diverse di nostri amici, genitori, conoscenti che si sono trovati davanti alla scelta finale. E che hanno usato umanità nel momento più duro. Chiunque di noi rifletta su quel momento può solo augurarsi di non essere lasciato solo in balia di estranei ma di essere accompagnato dagli affetti più cari. La Consulta ha chiesto al Parlamento di legiferare con alcuni paletti. Farlo in modo efficace non è semplice ma la stragrande maggioranza degli italiani ci chiede di rispettare il mistero della vita e della morte legiferando senza ideologia e possibilmente tutti insieme, tutti. Che senso ha dividersi su questi temi?"