Suicidio metro gialla a Milano: morto 53enne

suicidio metro giallo milano

Tragedia nella metropolitana milanese. Sulla linea gialla M3, un uomo di 53 anni, avrebbe deciso di togliersi la vita buttandosi sui binari. L’incidente è avvenuto durante la mattina di oggi, sabato 9 Novembre 2019.

L’uomo si sarebbe gettato nei pressi della stazione Corvetto della linea gialla M3, direzione San Donato. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polizia di Stato, la Scientifica e la Croce oro di Milano per prestare i primissimi soccorsi. Purtroppo, le ferite e i traumi riportati dall’uomo si sono rivelati troppi gravi: il 53enne non ce l’ha fatta.

Secondo un primo riscontro sembrerebbe essere stato un gesto volontario. Ma le forze dell’ordine indagano sul caso e non escludono, almeno per il momento, nessuna ipotesi. Fondamentali per far luce su quanto accaduto, le immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nella metropolitana.

Suicidio metro gialla a Milano

Inevitabili i disagi provocati da quanto successo. Atm (Azienda Trasporti Milanesi) ha prontamente informato i viaggiatori della disponibilità di bus sostitutivi per il collegamento tra le stazioni tra Porta Romana e San Donato. Inoltre, la circolazione dei treni nella tratta interessata si è fermata per consentire alle autorità competenti di effettuare tutti i rilievi necessari. I treni viaggiano tra Porta Romana e Comasina.

Dopo circa un’ora dall’incidente, la circolazione ha iniziato a riprendere la sua consueta andatura. I treni, infatti, hanno cominciato gradualmente a viaggiare su tutta la linea e per tutte le destinazioni con la solita tempistica.