Sul Nyt la vita a Castellina in Chianti ai tempi della pandemia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 5 gen. (askanews) - Senza turismo, Castellina in Chianti, in Toscana, "sembra essere tornata indietro nel tempo", con la piccola comunità sulle colline del Chianti che si è ritrovata, riscoprendo il valore dei servizi essenziali di prossimità, quali la farmacia, il negozio di alimentari e l'agricoltura.

È quanto scrive sul New York Times, Gaia Pianigiani, raccontando come la pandemia abbia fatto scomparire i turisti stranieri che visitavano durante tutto l'anno la località, nota per i suoi vigneti di Chianti Classico e i suoi uliveti.

E la scorsa estate, quando nel paese, che conta circa 2.800 abitanti, sono arrivati solo alcuni turisti europei e italiani, il ricordo è andato a quello che era Castellina in Chianti ancora alla fine degli anni '90, senza i pulmann carichi di turisti. "E' stato come era una volta, come tornare indietro nel tempo", ha detto Claire Cappelletti, 62 anni, proprietaria di un negozio di pelletteria che appartiene da oltre un secolo alla famiglia del marito.