Sul web spopola “Il congiuntivo”, la canzone che ‘insegna’ l’italiano

Una canzone d’amore che sta spopolando sul web. Autore della hit di questo inverno è Lorenzo Baglioni, tra i sedici finalisti che il 15 dicembre su Rai1 si giocheranno un posto al Festival di Sanremo. Una canzone d’amore, però, molto particolare e che è stata addirittura citata dall’Accademia della Crusca.

Il titolo del singolo dice già tutto. “Il congiuntivo”, infatti, racconta la storia d’amore impossibile tra una ragazzo e una ragazza. Si piacciono, si stanno innamorando e lui – in riva al mare come si vede nel videoclip – dona un biglietto a forma di cuore alla ragazza. Romantico, dolce. Ma c’è un ma. Perché la frase d’amore scritta di suo pugno dal ragazzo recita “Se io starei con te sarei felice”.

Lo sguardo della ragazza passa da innamorato a sconvolto. Rilegge più volte la frase, non ci crede. Poi guarda l’ex potenziale compagno di una vita e dice solo una parola. “Starei????”, poi si alza e scappa via. Sì, perché lui sarà carino, sarà romantico, sarà innamorato, ma quell’osceno “starei” al posto del congiuntivo imperfetto “stessi” rovina tutto.

Autore della hit di questo inverno è Lorenzo Baglioni, tra i sedici finalisti che si giocheranno un posto al Festival di Sanremo.

“Oggigiorno chi corteggia incontra sempre più difficoltà coi verbi al congiuntivo. Quindi è tempo di riaprire il manuale di grammatica che è, molto educativo” canta Lorenzo Baglioni. “Nel caso che il periodo sia della tipologia dell’irrealtà (si sa) ci vuole il congiuntivo: Tipo se tu avessi usato il congiuntivo trapassato, con lei non sarebbe andata poi male. Condizionale segui la consecutio temporum” continua la canzone.

E su Youtube il fenomeno “Il congiuntivo” è esploso, con centinaia di migliaia di visualizzazioni e condivisioni in pochi giorni. “Ogni secondo in italia vengono sbagliati 79 congiuntivi. E’ ora di dire basta! Tutti insieme possiamo” scrive Lorenzo Baglioni sulla sua pagina Youtube. E “Il congiuntivo” è solo l’ultimo brano che il cantante e attore ha dedicato alla cultura, all’italiano e alla scienza, con altre hit che sono “Le leggi di Keplero”, “La Trigonometria” o “Il Rap del Teorema di Ruffini”.