Sulla misura leader dei Cinquestelle durissimo contro la sua omologa di Fratelli d’Italia

Giorgia Meloni e Giuseppe Conte
Giorgia Meloni e Giuseppe Conte

Pesano come piombo le parole di Giuseppe Conte: “Meloni guadagna 500 euro al giorno, guerra civile se toglie il reddito di cittadinanza”. Sulla misura al centro del dibattito elettorale per il voto politico del 25 settembre il leader dei Cinquestelle è stato durissimo contro la sua omologa di Fratelli d’Italia, salvo poi spiegare che la sua è l’avversione alla condotta, non a chi ne è interprete.

“Meloni guadagna 500 euro al giorno”

Ha detto comunque Giuseppe Conte in una intervista rilasciata a Rainews24: “Giorgia Meloni da anni guadagna 500 euro al giorno pagati dai cittadini. Oggi vuole togliere 500 euro al mese del reddito di cittadinanza. Vuole la guerra civile?”. Il leader del Movimento Cinquestelle è dunque andato allo scontro diretto con la presidente di Fratelli d’Italia. Ha spiegato poi Conte: “Sto semplicemente prevedendo cosa accadrebbe, come reagirebbe la gente togliendo il reddito di cittadinanza”.

La replica alle affermazioni di Letta

Mentre sull’allarme democratico lanciato dal leader del Pd Enrico Letta Conte è scettico. Quale allarme? Quello per cui il segretario Dem aveva detto che chiunque avesse votato il M5s oppure il Trzo Polo avrebbe regalato al centrodestra quel 4% in più per stravolgere la Costituzione italiana. In merito Cmte ha chiosato: “Non userei questi toni, l’Italia è una democrazia è avanzata e solida. Ma c’è da distinguere tra i programmi, quelli della destra sono inadeguati e insufficienti, come lo sono quelli di altre forze politiche del resto“.