Sulle chat emergono nuove ipotesi

·1 minuto per la lettura
No Green pass
No Green pass

I No Green pass di Milano sono leggermente scoraggiati. Nelle chat sta girando l’ipotesi della possibile fuga a Bergamo per nuove manifestazioni.

Milano, i No Green pass sono scoraggiati: cresce il timore

Nelle chat dei No Green pass su Telegram il clima è di timore e di scoraggiamento. A Milano, lo scorso sabato, erano presenti 4 mila persone all’Arco della Pace per il comizio di Robert Kennedy Jr, ma quando hanno tentato di far partire il corteo, sono rimasti in pochi. Dopo le mosse recenti della questura, nelle chat inizia ad emergere un po’ più di paura per le possibili conseguenze. I tre arresti, le due denunce e le 91 identificazioni hanno aumentato il disagio delle persone che vogliono continuare a manifestare per i propri diritti.

Milano, i No Green pass sono scoraggiati: crescono le difficoltà

L’idea di spezzettare il corteo in gruppi più ristretti, sorvegliati dagli agenti della Digos, si è rivelata efficace, come ha riportato Libero. Citando alcune fonti della questura, è emersa l’ipotesi che il movimento possa decidere di cambiare città. Nelle chat Telegram come “No Green pass adesso basta” c’è sempre più sfiducia anche per l’assenza di leader in grado di organizzare manifestazioni incisive. Stanno crescendo le difficoltà di convincere altre persone a partecipare ai cortei, proprio perché c’è molta paura delle possibili conseguenze.

Milano, i No Green pass sono scoraggiati: ipotesi della fuga a Bergamo

L’ipotesi in questo momento è quella di spostarsi a Bergamo. Gli attivitsti lamentano scarsa partecipazione e in più nella piazza potrebbe esserci un controllo minore. Tornare in centro a Milano sembra ormai un’idea destinata ad essere messa da parte. “La gente ha paura, non vuole lo scontro con la polizia. Non so davvero cosa pensare!! Nessuno coordina” è stato scritto nella chat. Cosa accadrà il prossimo sabato?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli