Sulle circostanze dell’incidente innescato da un disaccordo con il conducente indaga la polizia

·2 minuto per la lettura
Sull'incidente al giovane di Cremona indaga la polizia
Sull'incidente al giovane di Cremona indaga la polizia

Dramma a Milano, dove un giovane originario di Cremona cade da un taxi in corsa e batte la testa. Ora e dopo quello “strano incidente” avvenuto nella notte della vigilia di Natale il giovane è ricoverato in gravissime condizioni e sulle circostanze del sinistro pare innescato da un disaccordo con il conducente sta indagando la polizia. Il dato empirico è che il giovane sarebbe uscito da un taxi in corsa e secondo Cremonaoggi sarebbe addirittura in coma.

Dramma della vigilia di Natale, cade dal taxi in corsa e batte la testa: i soccorsi e le indagini

Era stato soccorso dal 118 e sull’accaduto erano partiti gli accertamenti della Polizia stradale. Ma cosa è accaduto? Le versioni sono contrastanti: da un lato il tassista, dall’altro due amiche del ragazzo che hanno riferito agli uomini della Squadra Mobile le rispettive letture dell’accaduto. Lo storico da accertare parla di una cena dei tre e della chiamata al taxi. A fine corsa il giovane e le due amiche avrebbero dovuto pagare 30 euro ma non avrebbero avuto contante.

Il pos inattivo e la soluzione del prelievo dal bancomat per pagare, poi cade da un taxi in corsa e batte la testa

Tutto questo con il Pos della vettura che pare fosse disattivato. Le due ragazze sarebbero scese, mentre il giovane avrebbe chiesto di farsi accompagnare al bancomat e, durante quella corsa, sarebbe avvenuto l’incidente. Le due amiche hanno invece raccontato che volevano pagare con la carta ma che la prospettiva non avrebbe trovato il gradimento del tassista.

Cade da un taxi in corsa e batte la testa: la versione delle sue amiche, la discussione e il “botto”

A mettere fine alla discussione che ne era scaturita la decisione del ragazzo di farsi accompagnare al bancomat a prelevare contante. Le due hanno riferito di aver telefonato alla Polizia appena scese e di aver sentito un “botto”. Poi, dirigendosi verso l’origine dello stesso, avrebbero trovato l’amico esanime a terra. Decisive, nelle indagini saranno le ritrovate ed auspicabili a prescindere condizioni di salute della vittima e le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli