Sull'Ortles un'alpinista scivola e muore. Le scarpe non erano adatte

no credit

AGI - Tragedia all'alba sulle montagne dell'Alto Adige. Un'alpinista originaria della Repubblica Ceca di circa 40 anni è morta sull'Ortles, la montagna più alta della provincia di Bolzano, dopo essere precipitata per circa cento metri. L'incidente si è verificato a circa 3.400 metri lungo la via della Forcella Coston di dentro.

Ci sarebbe un errore di valutazione del percorso all'origine della tragedia. Il gruppo di sei alpinisti, tutti originari della Repubblica Ceca, era diretto ai 3.905 metri della vetta quando, anziché proseguire lungo la via normale, ha optato per risalire lungo un canalone roccioso misto ghiaccio e neve.

La donna, che faceva parte della cordata, è scivolata - secondo i soccorritori non aveva calzature adeguate per una scalata così impegnativa - precipitando nel vuoto per un centinaio di metri e rischiando di travolgere altri due alpinisti. L'allarme ai soccorritori è stato lanciato da uno dei componenti della cordata.

Quando gli uomini del soccorso alpino di Solda, la Guardia di Finanza e l'elisoccorso 'Pelikan 2' sono giunti sul posto hanno potuto solo constatare il decesso. La salma è stata ricomposta a Solda dove sono stati anche trasportati gli altri componenti del gruppo.