Summit su Sahel: Isis è il nemico numero uno nella regione -2-

Ihr

Roma, 15 gen. (askanews) - Il gruppo è stato creato nel 2015 da Adnane Abu Walid al-Sahrawi, ex membro del Fronte Polisario, poi del movimento jihadista al Qaida nel Maghreb islamico (Aqim). Rinnegato da quest'ultimo dopo aver aderito all'Isis nel 2015, il suo "katiba" è stato riconosciuto dall'Isis un anno dopo.

Gli attacchi più sanguinosi degli ultimi mesi hanno avuto luogo nell'area di influenza dell'Eigs, che li ha rivendicati quasi tutti.

Sono stati messi a segno in un raggio di 200 chilometri nella regione: giovedì a Chinegodar (Niger, 89 soldati uccisi), fine dicembre ad Arbinda (Burkina, 42 morti, tra cui 35 civili), 10 dicembre a Inates (Niger, 71 soldati uccisi), e in novembre i combattimenti a Tabankort (Mali, 43 soldati uccisi) e l'attacco a Indelimane (Mali, 49 soldati uccisi).