Summit Trump-Kim, il proverbio di Ivanka che fa ammattire i cinesi

Mos

Roma, 12 giu. (askanews) - I cinesi si sono impegnati invano nella ricerca dell'origine di un proverbio attribuito alla cultura del Paese del Centro da Ivanka Trump, la figlia e consigliera del presidente Usa, che così ha commentato lo storico summit tra il padre e il leader nordcoreano Kim Jong Un a Singapore: "Gli scettici non devono interrompere colui che agisce - proverbio cinese".

Nella migliore tradizione della famiglia Trump, il messaggio è stato "cinguettato" su Twitter poche ore prima che il summit iniziasse. Ma il riferimento ha lasciato perplessi gli internauti cinesi, che si sono affrettati a cercare l'origine del proverbio, inutilmente.

"Il nostro direttore non riesce a capire di quale proverbio si tratti. Aiuto!" è apparso sul feed di notizie di Sina, la società che gestisce Weibo, conosciuto come il twitter cinese.

In migliaia di messaggi, gli utenti del microblog cinese non sono riusciti a mettersi d'accordo sull'origine del proverbio, neanche alla lontana. "L'ha trovato in un biscottino della fortuna di Panda Express" si è chiesto ironicamente un utente, facendo riferimento a una catena di ristoranti cinesi negli Usa.

Ivanka è molto popolare in Cina, dopo aver mostrato il video della figlioletta di sei anni che recitava un poema in lingua cinese.

(Fonte Afp)