Supelega: un documento segreto ne spiega le ragioni

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(AP Photo/Luca Bruno)
(AP Photo/Luca Bruno)

Il quotidiano britannico The Guardian ha diffuso i contenuti di un documento segreto nascosto in una sezione del sito web della neonata Superlega, la competizione d'élite alternativa alla Champions League che coinvolge solo alcune squadre in una sorta di campionato e di cui fanno parte anche le italiane Juventus, Inter e Milan.

VIDEO - Super League, anche i politici si schierano

Nel documento, ignoto fino ad oggi, i 12 club fondatori spiegano la scissione, con ulteriori dettagli sulla competizione. Tra le motivazioni, viene menzionata la necessità di dar vita ad "un ambiente sostenibile e competitivo per l'intera piramide del calcio". Si legge sul Guardian: "I 12 club - di cui 6 della Premier League - non hanno avuto altra scelta a causa dei costi che stavano affrontando. Le perdite accumulate, anche a causa del Covid, dei club di primo livello superano i 5 miliardi di euro". A questo si aggiunge che "il valore dei diritti tv è stagnante o in calo poiché alcune delle nostre competizioni non riescono a soddisfare le esigenze dei fan e le nuove generazioni cercano intrattenimento in modi che non esistevano 10 anni fa".

VIDEO - Calcio, nasce la Superlega: ecco il formato

Il documento della Superliga parla poi di 4 principi guida per il campionato:

  1. Superare le aspettative dei tifosi: "Il nostro obiettivo è offrire ai tifosi il miglior calcio possibile garantendo al contempo l'accesso a club qualificati per mantenere la vivacità della competizione e un forte impegno per il principio del merito sportivo".

  2. Solidarietà e sostenibilità: inclusi "prezzi dei biglietti abbordabili" e "reinvestimento nella piramide del calcio tramite pagamenti di solidarietà continui e sostanziali". Il documento, inoltre, aggiunge che "i pagamenti di solidarietà della Super League cresceranno automaticamente con i ricavi complessivi del campionato e saranno più di tre volte superiori ai pagamenti provenienti dall'attuale campionato europeo".

  3. Impegno per i campionati nazionali: "La nuova Super League è stata progettata intorno al principio del mantenimento di leghe locali forti e vivaci. Continueremo a competere ogni fine settimana nelle nostre manifestazioni nazionali come abbiamo sempre fatto".

  4. Disponibilità al cambiamento: "La struttura di proprietà e la governance della Super League è progettata per permetterci di adottare e incorporare rapidamente nuove idee per la competizione. Che si tratti di cambiamenti nei formati di distribuzione delle partite dal vivo, nell'implementazione di regole potenziate dalla tecnologia o nello sviluppo dei giocatori, non possiamo più fare affidamento su organismi esterni per guidare il progresso in queste aree".

VIDEO - Superlega, reazioni e meme sui social