'Super cashback' e 'cashless', ecco il piano del governo

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Tremila euro di ‘super cashback’ per i primi 100mila che usano maggiormente la carta. Conta il numero di operazioni non la cifra. Vale a dire che, per sintetizzarla, 5 caffè equivalgono a 5 borse di lusso. E' quanto chiariscono fonti vicine al governo, che tornano sul cashless, cioè la diffusione dell’uso della moneta elettronica, un progetto centrale per il governo.

Obiettivi dell'operazione, a cui il premier Giuseppe Conte sembra tenere in particolar modo, la modernizzazione del Paese cambiando le abitudini di pagamento dei consumatori, in linea con l’Europa; un sistema più digitale, più veloce, più semplice e trasparente.

Per promuovere il cashless il governo ha stanziato 3 miliardi di euro l’anno. Chi partecipa all’iniziativa beneficerà, spiegano le stesse fonti, "10% di 'cashback', cioè un rimborso del 10% degli acquisti effettuati con moneta elettronica. Con un massimale di spesa di 3mila euro e quindi con un rimborso cashback massimo di 300 euro (cifra che può aumentare perché per cautela si è previsto che tutti i partecipanti raggiungeranno il massimo della spesa. Se non fosse così ci saranno più risorse che possono alzare il cashback oltre i 300 euro); 50 milioni di euro in premi con la lotteria degli scontrini (solo con carta di pagamento). Con premi singoli anche di 5 milioni di euro".