Super Green pass, Lamorgese: "Controlli sui mezzi pubblici, faremo il massimo"

·2 minuto per la lettura

"Domani mattina abbiamo un incontro con tutti i prefetti e le forze polizia per stabilire un piano" in vista dell'entrata in vigore del super Green pass. Lo ha detto la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, ospite della Festa del Foglio. "Controlli che non saranno solo nei ristoranti, negli esercizi di pubblico spettacolo ma anche sui mezzi pubblici, nelle metropolitane. E' un impegno notevole per le forze di polizia ma c'è tutto l'intento per fare il massimo perché comprendiamo che il momento è difficile, anche in relazione alla nuova variante" Omicron. "Serve un grande senso di responsabilità da parte di tutti" ha sottolineato.

"Da gennaio ad oggi abbiamo controllato 28 milioni di persone - ha spiegato - circa 3,6 milioni di ristoranti, non è che fino ad ora non è stato fatto niente. E' stato fatto tanto e ancor di più andrà fatto in questo momento con le forze che abbiamo. Ce la metteremo tutta".

"Il nostro senso di responsabilità farà sì che anche questa ondata passerà e penso che andando avanti andrà meglio - ha detto Lamorgese - Tocca a noi fare i controlli ma tocca anche ai gestori dei locali, delle palestre, delle piscine, dei bar. Perché noi abbiamo fatto tanti controlli ma evidentemente ne dobbiamo fare di più".

Poi sulle proteste in piazza: "Bisogna tenere conto di coloro che vogliono fare le manifestazioni" ma ci devono essere delle "regole", "non devono ledere i diritti degli altri cittadini, alla mobilità degli altri, di chi ha un negozio, dei cittadini che vogliono andare a fare una spesa in occasione delle feste di Natale" ha sottolineato la ministra dell'Interno.

"In queste manifestazioni - ha detto - ci sono persone radicalizzate che cercano di fare proselitismo, inserendosi nel circuito dei no vax. Stiamo seguendo con la massima attenzione. Abbiamo visto quello che è successo a Roma" con l'assalto alla sede della Cgil, "c'è stata una parte di Forza Nuova che ha preso il sopravvento. Bisogna stare molto attenti, nei momenti di difficoltà quelle che sono posizioni radicalizzate tendono a canalizzare la protesta per raggiungere altri risultati che non solo quelli che appaiono nell'immediatezza".

A margine, a proposito della nuova variante sudafricana del Covid, ha osservato: "Abbiamo visto quali sono i Paesi chiusi ai voli, non mi sembra che ci siano Paesi presenti nella lista dei Paesi da cui provengono" i migranti, "tra l'altro quando giungono nel nostro Paese noi li vacciniamo. E' un problema generale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli