Super green pass, Zaia: “Vaccinati più liberi in zona rossa e arancione”

·1 minuto per la lettura
zaia super green pass
zaia super green pass

Il governatore del Veneto Luca Zaia ha ribadito la necessità di puntare sul cosiddetto super green pass per i vaccinati: secondo lui in zona rossa o arancione costoro dovrebbero poter accedere ai ristoranti e agli altri luoghi di aggregazione mentre “chi non è vaccinato avrà limitazioni”.

Zaia sul super green pass

Intervistato durante la tramissione Che tempo che fa in onda su Rai Tre, il Presidente regionale ha ammesso la sua preoccupazione per un eventuale cambio di colore del suo territorio e l’impegno nel tutelare da un lato la salute e dall’altro l’economia. I contagi aumentano, ha spiegato, e in Veneto ce ne sono 1.500-2.000 al giorno con circa 400 persone ricoverate. Di queste, 71 sono in terapia intensiva e l’80% di esse persone non sono vaccinate.

Nello stesso periodo dell’anno scorso c’erano circa 2.000 persone in ospedale e dunque lo scenario è cambiato grazie al vaccino, motivo per cui è fondamentale “dialogare con i cittadini che non hanno ancora deciso di vaccinarci perché altrimenti rischiamo di perdere la partita“.

Zaia sul super green pass e l’incontro col governo

Zaia ha infine reso noto che lunedì 22 o martedì 23 novembre 2021 le Regioni si incontrreranno con il governo. Per evitare che in zona arancione si debba introdurre una serie di misure per ristoranti, teatri e cinema, “si punterà su questo green pass per i vaccinati“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli