Super pass e variante spingono vaccini, +40% prime dosi

·1 minuto per la lettura
(Photo by Davide Pischettola/NurPhoto via Getty Images)
(Photo by Davide Pischettola/NurPhoto via Getty Images)

Il super green pass e la paura della nuova variante Omicron hanno fatto registrare un aumento di circa il 40%, rispetto alla scorsa settimana, di somministrazioni delle prime dosi di vaccino anti-covid.

Proprio oggi arrivano i risultati delle prime indagini della Asl di Caserta sulla nuova variante del virus, che vede nella città campana il suo "paziente zero", e si conferma il basso impatto, dal punto di vista dei sintomi, proprio grazie alla massiccia vaccinazione portata avanti nel Paese. "Sono soddisfatto di essermi vaccinato, perché il vaccino nel nostro caso ha funzionato in maniera egregia", dice lo stesso paziente, il primo italiano sul quale è stata riscontrata la variante omicron, che sta sostanzialmente bene.

VIDEO - Nuova variante in Sud Africa. Potrebbe eludere il vaccino

Proseguire sulla strada dei vaccini è l'appello ribadito dal ministro della Salute Roberto Speranza: "L'87,5% delle persone ha avuto la prima dose, l'85% ha completato il ciclo. Mentre facciamo la terza dose abbiamo bisogno di recuperare persone che non si sono vaccinate" ha sottolineato. Anche il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese spinge a "fare la terza dose quanto prima" e raccomanda "la massima prudenza da parte dei cittadini: mascherina e distanziamento".

E mentre si attende la data del 1° dicembre, dalla quale partirà la somministrazione dei booster per tutti coloro che hanno più di 18 anni, la prossima settimana dovrebbe essere anche dato il via libera dall'Aifa, dopo l'ok dell'Ema qualche giorno fa, per i vaccini destinati ai bambini sotto i 12 anni, oggi tra le fasce più colpite o a rischio di contagio. Lo conferma Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del farmaco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli