Superbike, Razgatlioglu rinvia la festa di Bautista

MANDALIKA (INDONESIA) (ITALPRESS) – Toprak Razgatlioglu vince Gara 1 (la numero 900 nella storia della Superbike) in Indonesia e annulla il primo match point di Alvaro Bautista. Dopo la pole position conquistata nella sessione di Tissot Superpol al Pertamina Mandalika International Street Circuit, il pilota turco (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) si è imposto con oltre quattro secondi di margine sullo spagnolo della Ducati (Aruba.it Racing) leader del Mondiale. Alla prima curva al comando c’è Razgatlioglu davanti al compagno di box Andrea Locatelli che si mette alle spalle Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Rea riesce a passare Locatelli al secondo giro mentre Bautista, scattato dalla quinta casella, supera Locatelli e al terzo giro occupa la terza posizione. Razgatlioglu allunga mentre è lotta intensa tra Rea e Bautista per il secondo posto. Lo spagnolo passa il nordirlandese tra la curva 15 e la 16. Al 13° giro Razgatlioglu perde due secondi per via di un errore in curva 7. Il distacco tra lui e Bautista scende a un secondo ma poi il turco riallunga e pèuò festeggiare così la sua 30^ vittoria e il 78° podio nel WorldSBK. Ventotto di queste 30 vittorie Razgatlioglu le ha conquistate con Yamaha: il turco è il pilota più vincente con la Casa giapponese.
Podio numero 55, invece, per lo spagnolo che ora ha 77 punti di vantaggio in classifica e che domenica potrebbe chiudere i giochi mentre Rea è matematicamente fuori dalla lotta per il titolo. Per il nordirlandese quello di oggi è il podio numero 240.
Tornando alla gara, gran duello per il quarto posto tra Locatelli e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati): il riminese scatta dalla nona casella e supera il lombardo al 16° giro in curva 16 ma il giro successivo commette un errore e Locatelli ne approfitta per andare a prendersi la quarta piazza. Xavi Vierge (Team HRC) chiude sesto davanti a Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team). Axel Bassani (Motocorsa Racing) chiude ottavo dopo aver rischiato un pò tra curva 15 e curva 16. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) termina nono davanti a Loris Baz (Bonovo Action BMW) che completa la top ten. Undicesimo posto per Xavi Fores (BARNI Spark Racing Team) che si mette alle spalle Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team), Hafizh Syahrin (MIE Racing Honda Team), Eugene Laverty (Bonovo Action BMW) e Kohta Nozane (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team): il giapponese chiude la zona punti precedendo Oliver Konig (Orelac Racing VerdNatura).
Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) non ha preso parte a Gara 1 dopo la caduta in FP3 in cui ha riportato un trauma alla caviglia destra e per questo motivo è stato dichiarato non idoneo per la giornata odierna. Il francese sarà rivalutato domenica prima del Warm Up. Al via assente anche Iker Lecuona (Team HRC), dichiarato non idoneo per il resto del Round dopo la caduta in FP2. Philipp Oettl (Team Goeleven) è caduto in curva 7 mentre Leandro Mercado (MIE Racing Honda Team) e Kyle Smith (TPR Team Pedercini Racing) si sono ritirati per problemi tecnici. Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team) è finito a terra al 18° giro in curva 16.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).