Superbonus 110, Draghi: "Non siamo d'accordo"

(Adnkronos) - "Possiamo non essere d'accordo sul superbonus al 110%, e non siamo d'accordo sulla validità di questo provvedimento. Cito solo un esempio: i prezzi degli investimenti necessari per attuare le ristrutturazioni sono più che triplicati, perché il 110% di per sé toglie l’incentivo alla trattativa sul prezzo. E quindi, questo è il risultato". Lo afferma il presidente del Consiglio Mario Draghi, nelle repliche agli interventi degli eurodeputati nella plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo.

Commenta in una nota il deputato M5S Riccardo Fraccaro: "Draghi ha dichiarato di non essere d'accordo sul superbonus; sinceramente lo avevamo già dedotto dai continui blocchi e dalle modifiche apportate alla misura nei mesi scorsi che di fatto hanno rischiato di renderla inutilizzabile. Vorrei ricordare al nostro presidente del Consiglio che il superbonus è espressione della volontà parlamentare di tutte le forze politiche, e per questo, anche se il suo giudizio personale è negativo, non può boicottare una misura che peraltro in più occasioni ha ricevuto lodi dalla stessa Unione Europea".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli