Supercomputer Usa Frontier doppia in velocità il giapponese Fugaku

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mag. (askanews) - Fugaku dell'Istituto Riken giapponese e di Fujitsu ha perso la corona di supercomputer più veloce del mondo, detronizzato dallo statunitense Frontier. Lo segnala oggi il Nikkei Asia dando conto del ranking semestrale di queste apparecchiature.

Erano due anni che Fugaku veniva considerato la superpotenza computazionale globale, quindi Riken e Fujitsu hanno annunciato che avvieranno gli studi per costruire un successore di Fugaku, che possa riprendersi la corona.

Il ranking Top500 pubblicato ogni sei mesi dagli esperti, Frontier è accreditato di 1,1 quintilioni di cicli di calcolo per secondo. Un quintilione è un'unità che indica 1 seguito da 18 zeri.

Si tratta di una velocità doppia rispetto a Fugaku, che si ferma a solo 442 quadrilioni di calcoli per secondo.

Frontier è il primo nato di una nuova generazione di supercomputer che gli Stati untii stanno costruendo con un investimento di oltre 5 miliardi di dollari. E' operato dalla Oak Ridge Leadership Computing Facility. Il suo processore è stato sviluppato da Advanced Micro Devices.

Tra Frontier e Fugaku c'è tuttavia un terzo incomodo, che rappresenta però un punto interrogativo: si tratta di una serie di supercomputer cinesi che parrebbero aver superato Fugaku, ma non sono inseriti nel ranking perché non sono stati registrati per la valutazione perché in Cina non si è voluto svelare troppo della propria tecnologia.

Secondo uno studio di Hyperion Research, nel 2025 il mercsto dei supercomputer potrebbe raggiungere entro i 40 miliardi di dollari. Il loro uso si sta allargando sempre più nello sviluppo del'intelligenza artificiale, perché sono in grado di gestire una massiccia quantità di dati. Anhce le grandi compagnie tech hanno costruito o stanno costruendo propri supercomputer per gestire i loro programmi.

Fugaku merita l'onore delle armi. Il supercomputer di Riken è stato utilizzato durante la pandemia Covid per studi cruciali per studiare i meccanismi di diffusione del coronavirus, che hanno dato risultati cruciali per mettere a punto strategie di risposta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli