Superlega: Al-Khelaifi, 'noi dell'Eca siamo fortemente contrari, il Psg vale 4 miliardi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 set. – (Adnkronos) – "Potete chiamarla Superlega, io la chiamo non-Superlega. Il calcio ha bisogno di essere sviluppato in un modo che rispetti piccoli, medi e grandi club, così come i tifosi. Alcuni club non vogliono che le società medie diventino grandi, sono impauriti dalla competizione. L'ecosistema calcio è più grande di due o tre club. Il messaggio è stato inviato, nessuno può rompere l'ecosistema calcio. Io ed i miei colleghi all'Eca siamo fortemente contrari alla Superlega". Così il presidente del Paris Saint Germain Nasser Al-Khelaifi in videoconferenza al Football Talks, evento organizzato dalla Federazione portoghese, in merito alla questione Superlega.

"Il nuovo formato della Champions League è un successo già prima della partenza, aumenta il numero di partite del 150% -aggiunge il presidente del Psg-. La vendita dei diritti tv a livello globale lo dimostra. I club più piccoli possono sognare di arrivare in Champions League. Nessun club è nato grande, lo è solo diventato e proprio per questo non possono esistere gruppi chiusi". Infine Al-Khelaifi parla del valore del Psg: "Abbiamo comprato il club per 70 milioni di euro nel 2011. Oggi vale più di 4 miliardi di euro. Ci sono persone che lo hanno valutato così e che ci hanno presentato offerte".